l’è mea vèra che un tuscanèll l’è mea bòn de fa una puesìa

Ecco i consigli di lettura e di ascolto per l’ultimo tema: la scelta del dialetto in musica e letteratura.

POESIA

Carlo Porta

Giuseppe Gioachino Belli

Delio Tessa – L’è el dì di mort, alégher!

Cesare Pavese – Ciau Masino (poesie e racconti)

Pierpaolo Pasolini – Poesie a Casarsa

Davide Van de Sfroos – Perdonato dalle lucertole 

Davide Van de Sfroos – Capitan Slaff 

 

ROMANZI

Giovanni Verga – I Malavoglia

Giovanni Verga – Mastro don Gesualdo

Carlo Gadda – Quer Pasticciaccio brutto de via Merulana

Grazia Deledda – Canne al Vento

Andrea Camilleri – Il Birraio di Preston

Andrea Camilleri – La forma dell’acqua

 

MUSICA

De Andrè – Crêuza de mä

Davide Van de Sfroos – Breva e Tivan (in particolare le canzoni Pulenta e Galena fregia, Fum e Profum, Breva e Tivan)

 

FILM 

L’ albero degli zoccoli

La terra trema

 

comunque ogni produzione letteraria, cinematografica, musicale, enologica, fumettistica in dialetto(o contenente parti in dialetto) va benissimo!

p.s. scusate il ritardo, ma tranquilli c’è ancora più di un mese!

ciao a tutti 

l’è mea vèra che un tuscanèll l’è mea bòn de fa una puesìaultima modifica: 2008-04-14T11:21:26+02:00da tomista
Reposta per primo quest’articolo